domenica 21 dicembre 2014

250° Post - Il Tempo della Vita

Un saluto a chi mi legge.


Con questo Post che ho intitolato Il Tempo della Vita e che rappresenta un mio Canto che riporto per intero e che ho già espresso nel Post n° 8 anche se modificato nell'ultima parte, ho deciso di giungere al termine della mia esperienza da Blogger, più precisamente ciò avverrà il 6 Gennaio 2015, in quella data iniziai a riportare i miei Pensieri, le mie riflessioni e buoni Articoli di alcuni Autori sui temi da me trattati. Quanto da me scritto durante questi 5 anni, ha rappresentato e rappresenta in molte delle sue parti, un Sincero sentimento di partecipazione, un contributo personale per tutti coloro che pur in modalità personali e differenti, vivono la sensibilità di certi Argomenti ideali.
Termino questo breve scritto salutando Coloro che hanno avuto modo di imbattersi in "Un Paese Sognato" e Coloro che nel tempo ne  avessero ancora  l'occasione.

Cordialità,
Sopangi.


Il Tempo della Vita

Io emergo in questo Mondo dal Grande Silenzio Vitale,
completo della creativa, combattiva, costruttiva, ordinativa capacità
ed assaporo questo Magico Mondo cangiante,

movimento e riposo, prosperità e visione,
l'alternanza degli eventi stimola l'atto del mio conoscere,

io conosco e mi conosco,
piango, rido, intuisco, penso mi confermo parlo, canto
ed in me stesso confidando, io fò,

intrepido, se pur amico della prudenza,
mi appresso alle opportunità che mi si propongono,

leggo, imparo, rifletto scelgo agisco,
lavoro, gioco, guadagno con profitto
per i miei progetti, che realizzo,

osservo, comprendo, acquisisco, coltivo semino raccolgo,
interrogo, mi interrogo, con le mie capacità formate
e caratterizzanti la mia operatività vitale.

La Ricchezza della Terra, mi rinfranca e mi ristora,
la Luce Solare è vivificante,
la Ciclicità Lunare è rigenerante,

gli otto Pianeti sono personalizzanti
per il Significato dato al loro Nome e Segno,

la mia Stella mi illumina il cammino,

l'Immensità Celeste,
fa
da Eterno sfondo alla Vita di questo Mondo,

in cui le Diversità, native e formate,
nella comprensibile reciprocità
hanno la loro Ragion d'Esistere.

Nessun commento:

Posta un commento