giovedì 7 ottobre 2010

97° Post - Il Futuro Compiuto - III° Parte

Un saluto a chi mi legge.


Un ringraziamento all'Autore del Video.

Il Futuro Compiuto - III° Parte
con la terza parte, inizio a proporre la mia ipotesi ovviamente libera e non vincolante:

La Vita Umana sul Pianeta Terra
(il mistero della comparsa dell'Homo Sapiens)
Ciò che da "tempo" differenzia il Regno Umano dagli altri Regni di Natura, è la Consapevolezza creativa.
La Consapevolezza creativa nel Regno Umano è "apparsa" sulla Terra nel recente tempo, rispetto alla "comparsa" della Vita in tutti i suoi molteplici aspetti.
La "causa" di tale "comparsa" la voglio ipotizzare come "indotta" dall'Esterno dimensionale, e la natura della causa la vorrei "supporre" per similitudine (non avendo al momento idee più appropriate da usare) come la funzione di un "virus",

da Wikipedia l'enciclopedia libera:
I virus (o vira, virales, virii a seconda degli schemi tassonomici ed ambiti di indagine) sono entità biologiche con caratteristiche di parassita obbligato, la cui natura di organismo vivente o struttura subcellulare è discussa, così come la trattazione tassonomica. La singola unità virale viene denominata virione. Sono mediamente circa 100 volte più piccoli di una cellula e consistono di alcune strutture fondamentali. Tutti posseggono un relativamente piccolo genoma costituito da DNA o RNA, che trasporta l'informazione ereditaria,

che sia apparso in "pochi singoli individui", stimolandone le Potenzialità presenti nella struttura umana di quel "primo momento" e dando l'avvio quindi alla comparsa della Consapevolezza creativa,e poi si sia propagato in vari Gradi (riferito alle necessarie Differenze causate da luogo tempo e spazio) in tutto il Tessuto strutturale del Regno umano, per mezzo della legge di Induzione.

da Wikipedia:
"il concetto di Induzione (dal latino inductio dal verbo induco, participio passato di in-ducere; in greco epagoghé, termine che significa letteralmente "portar dentro", ma anche "chiamare a sé", "trarre a sé"

Penso che prima della "nascita" della Consapevolezza creativa il Regno umano fosse in totale sintonia con la Legge che regola la vita di tutti gli altri Regni terrestri.
Il Mondo terrestre cioè era regolato nella sua globalità e complessità, da leggi che trascendevano la capacità comprensiva di "tutti" i viventi, facendo quindi degli stessi un "unico organismo" pur nel rispetto necessario delle diversità.
La "nascita" della Consapevolezza creativa nel Regno umano, volle significare la dissociazione dagli altri Regni e conseguentemente la "nascita" di un Regno umano "evolutivo".
Da quel primo momento, l'Umano conobbe gli altri Regni come "altro" da sé e conseguentemente, perse la sua "unità" con gli altri Regni terrestri, ma da quel "primo momento" l'Umano nella perdita acquisì la "Nuova" capacità.
Nel ritenere ragionevolmente impossibile per il Regno umano, la restaurazione di "ciò" che precedeva quel "primo tempo"  penso che la possibilità (indotta) per gli esseri umani sia stata, sia, e sarà, quella di guardare al significato della propria "presenza" nel Palcoscenico del Mondo come una "Novità" da comprendere nel riferimento con la Vita terrestre tutta, con la necessaria ricerca-attenzione, fino a quando sia evidente il senso ed il significato di questa "particolare nascita" della nostra Consapevolezza creativa.
La perdita della "precedente unità" che ha voluto dire "inimicizia" con gli altri Regni di natura, potrebbe  essere risolta allora per mezzo di una più ampia visione onnicomprensiva?.
L'onnicomprensività potrebbe farci comprendere che la "nascita" della Consapevolezza creativa nel Regno umano (comparsa dell'Homo Sapiens) non ha negato il "rispetto" nei confronti della vita degli altri Regni di natura, poichè la Consapevolezza creativa per essere "atto" avrebbe ricevuto da subito in "eredità" inscindibilmente la condivisione strutturale con gli altri Regni.
Vi sono Differenze necessarie ed Uguaglianze necessarie fra i vari Regni di Natura, la comprensione del significato di questi "valori" potrebbe essere la Porta di accesso oltre la quale la Consapevolezza creativa potrebbe incarnare il significato della "onnicomprensività"a beneficio di Tutti.

Nella quarta Parte esporrò l'ipotesi del creato evolutivo e del suo futuro compiuto.

Cordialità
Sopangi. 
 

Nessun commento:

Posta un commento